Cartuccia Stampante
Viaggiare
Ischia Hotel
Hotel Chianciano
 



A
ADSL: Asymmetric Digital Subscriber Line. Tecnologia di trasmissione dati attraverso il doppino telefonico.
Le alte frequenze utilizzate dall'ADSL convivono con le frequenze della fonia, consentendo l'utilizzo in contemporanea dei servizi telefonici di base e della connessione ad Internet ad alta velocità.
A seconda della configurazione stabilita dai
carrier telefonici, l'ADSL può raggiungere velocità fino a 8 Mbps in downstream e fino a 2 Mbps in upstream dei dati.

ANSI: American Nationale Standard Institute. E' il gruppo che rappresenta gli Stati Uniti nell'ISO, organismo incaricato di varare gli standard per protocolli di rete, interfacce hardware, punti comuni nello sviluppo dei principali linguaggi di programmazione.

ATM: Asynchronous Transfer Mode. Tecnologia di rete basata sul trasferimento di dati divisi in CELLE o PACCHETTI di dimensione fissa.
La differenza principale tra l'ATM e il TCP/IP (protocollo di rete utilizzato in Internet) è che l'ATM crea un percorso FISSO tra due punti ogni volta che inizia un passaggio di dati, mentre con il TCP/IP ogni pacchetto può avere un percorso differente.
L' ATM, considerata una vera e propria rete intelligente, ha la delicata funzione di raccogliere i pacchetti di dati uscenti dalla centrale telefonica ed indirizzarli su una CDN (Cable Data network), che li porti verso il server di accesso remoto; perchè ciò sia possibile, ogni connessione ADSL è identificata da due parametri, VPI (Virtual Path Identifier) e VCI (Virtual Channel Identifier), che indicano il percorso che i pacchetti devono seguire; è chiaro che, in caso di errori di configurazione di una connessione ADSL, i pacchetti di dati, anzichè indirizzarsi correttamente, verranno persi nella rete ATM; questo è il tipo di disservizio più comune che capiti in fase di attivazione di un'utenza ADSL.


B
BACKBONE: dorsale in fibra ottica di una rete; una backbone raccoglie e trasporta il traffico di più sottoreti verso i vari centri di comunicazione.

BIT: abbreviazione di Binary Digit. e' l'unità minima gestita dai calcolatori. Un bit può assumere solo il valore 0 o il valore 1.

BPS: acronimo di Bit Per Second (bit al secondo).

BRIDGE: "ponte" tra due reti. Un bridge, una volta ricevuto un pacchetto di dati, anzichè propagarlo indiscriminatamente, ne riconosce l'indirizzo e lo invia verso la sottorete interessata, evitando il propagarsi di traffico inutile e limitando di conseguenza le collisioni tra pacchetti di dati.

BROADBAND: Banda Larga. Questo termine può avere diversi significati. Possiamo genericamente dire che indica la capacità di convogliare contemporaneamente diversi segnali.

BYTE: multiplo di Bit. Un Byte corrisponde ad 8 bit.


C
CARRIER: fornitore di servizi di telecomunicazione.

CDN: Cable Data Network. Linea di trasmissione digitale dedicata che permette di raggiungere ed accedere a una rete.


D
DHCP: Dynamic Host Configuration Protocol. Tipologia di server in grado di assegnare agli host collegati automaticamente indirizzi IP validi.

DNS: Domain Name Server (System) . Server che risolve gli indirizzi testuali in indirizzi IP.

DIAL-UP: collegamento ad Internet tramite modem analogico/terminal adapter ISDN e linea telefonica.

DMT: Discrete Multi-Tone: tecnologia trasmissiva utilizzata in ADSL.

D-SLAM: Digital Subscriber Line Access Multiplexer. Apparato utilizzato in centrale telefonica, che riceve tutti i segnali DSL in transito e li invia su un unica linea ad alta velocità.


E
ETHERNET: tipo di
LAN che rispetta lo standard IEEE802.3; in una rete Ethernet i dati transitano tramite cavo coassiale o di tipologia RJ.


F
FRAME RELAY: tecnologia trasmissiva utilizzata nelle
WAN a commutazione di pacchetto.


G
GATEWAY: "porta d'ingresso", è il nodo tramite il quale si passa da una rete ad un'altra.


H
HDSL: High Bit-Rate Digital Subscriber Line. A differenza dell'ADSL, questa tecnologia è di tipo simmetrico, cioè ha stessa ampiezza di banda in downstream ed in upstream dei dati. In Italia alcuni provider già offrono questo tipo di tecnologia, preferibilmente con contratti "a consumo".

HUB: dispositivo che funge da concentratore, mettendo in collegamento i singoli nodi di una rete. L'hub riceve i pacchetti di dati da una macchina e li inoltra a tutti gli altri in maniera indiscriminata. Per questo motivo, per reti di elevate dimensioni aumentano le probabilità di collisioni tra i dati, e diventa più opportuno l'utilizzo di uno
switch.


I
ISP: Internet Service Provider. Fornitore di servizi internet.


J



K
Kbps: Kilo Bit per Second. Multiplo del bps; equivale a 1000 bit per secondo.


L
LAN: Local Area Network. Sistema di comunicazione per connettere in rete locale computer (server e client), stampanti ecc. Attualmente la maggior parte delle LAN viene configurata ad una velocità di 100 Mbps.


M
MODEM: dispositivo in grado di convertire i segnali analogici in digitali e viceversa (MOdulatore - DEModulatore). Oltre all'utilizzo per connettere tra loro reti locali e metropolitane, ha il suo utilizzo più diffuso per la connessione di singole postazioni o reti locali alla rete Internet.

MULTIPLEXER (MUX): è un dispositivo che raccoglie i segnali proveniente da più canali a bassa velocità di trasmissione e li inoltra su un unico canale ad alta velocità, o viceversa.


N
NAT: Network Access Translation. Converte l'indirizzo IP riferito alla rete Internet in indirizzi IP appartenenti alla rete locale. E' una funzione importantissima da attivare affinchè un router consenta la navigazione in Internet alle postazioni di una LAN.


O



P
PAT: Port Address Translation. Versione avanzata del
NAT.

POP: Point Of Presence. Acronimo che indica il punto di accesso locale ad Internet da parte di un provider.

POTS: Plain Old Telephone Service. Indica il servizio telefonico canonico. Il Pots Splitter è un apparato che separa a monte dell'impianto telefonico il flusso della fonia da quello dati dell'ADSL.

PPP: Point-to-Point Protocolo. Protocollo che stabilisce una connessione, tramite TCP/IP, tra due computer che utilizzino un modem.

PPPoA: PPP over ATM. Protocollo trasmissivo utilizzato per le connessioni ADSL. Solitamente, in Italia, è alternativo al PPPoE.

PPPoE: PPP over Ethernet. Protocollo trasmissivo utilizzato per le connessioni ADSL. Solitamente, in Italia, è alternativo al PPPoA. In effetti i pacchetti di dati, sia in PPPoA che in PPPoE, viaggiano sulla rete ATM; la dicitura corretta di questo protocollo è per l'appunto Ethernet over ATM.

PPTP: Point-to-Point Tunneling Protocol. Protocollo che consente di implementare reti private virtuali attraverso Internet, utilizzando protocolli anche differenti dal TCP/IP, come il NetBeui ed il protocollo IPX di Novell.

PROTOCOLLO: codice comunicazione stabilito in modo che due computer possano scambiarsi dati.

PROXY: tipo di server che memorizza le pagine visitate dagli utenti ad esso collegati, in modo da essere in grado, ad una successiva richiesta, di inviare in tempi bassi una copia recente della pagina richiesta all'host che ne faccia richiesta.


Q



R
RADIUS: Remote Authentication Dial-In User Service. Protocollo implementato per la memorizzazione e la protezione dei profili dei singoli utenti che abbiano accesso ad una rete. Il Radius Server è l'apparato che certifica gli utenti che chiedono accesso ad una rete, e ne autorizza l'accesso (solitamente tramite verifica di username e password).

RAS: Remote Access Server. Server di accesso remoto in grado di gestire connessioni multiple.

RJ: tipologia di connettore. In particolare, i connettori a 4 o 6 usati normalmente per gli apparecchi telefonici tradizionali sono di tipologia RJ11; i cavi con connettore ad 8 pin usati normalmente nelle
LAN sono di tipologia RJ45.

ROUTER: dispositivo in grado di connettere più reti e di smistare i pacchetti di dati da una rete all'altra.


S



T
TCP/IP: Trasmission Control Protocol / Internet Protocol. E' l'insieme di protocolli utilizzati per il trasferimento di dati in Internet, e sempre più spesso anche nelle reti locali. I protocolli fondamentali sono, intuibilmente, il TCP, che organizza la frammentazione in pacchetti dei dati da inviare, e l'IP, che monitorizza e verifica il corretto instradamento dei pacchetti stessi.


U



V
VCI: Virtual Channel Identifier. Identificativo di circuito virtuale. Il VCI, insieme al VPI, identifica univocamente il circuito logico fisico assegnato ad una singola utenza ADSL nella rete ATM.

VPI: Virtual Path Identifier. Identificativo di percorso virtuale. Il VPI, insieme al VCI, identifica univocamente il circuito logico fisico assegnato ad una singola utenza ADSL nella rete ATM.

VPN: Virtual Private Network. Sistema di comunicazione protetta tra due o più host collegati ad Internet.


X



W
WAN: Wide Area Network. Rete che mette in collegamento computer posti ad elevate distanze.


X



Y



Z
 
 
© Copyright 1999-2017 Emmedi Service. All Right Reserved . P.IVA: 04167681214